Giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale . 2021

 

Ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1966 e celebrata in tutto il mondo il 21 marzo. In ricordo del massacro di Sharpeville del 1960, la giornata più sanguinosa dell’apartheid in Sudafrica in cui 300 poliziotti bianchi uccisero 69 manifestanti che protestavano contro l’Urban Areas Act che imponeva ai sudafricani neri di esibire uno speciale permesso se venivano fermati nelle aree riservate ai bianchi. Una speciale commissione d’inchiesta denunciò il comportamento della polizia, mentre l’operato del governo sudafricano venne ufficialmente condannato dall’ONU.

 

Da leggere

Classificare, separare, escludere. Razzismi e identità
Marco Aime

Einaudi, 2020

Una presentazione delle molteplici forme storiche di razzismo nel contesto europeo, seguita da un’analisi antropologica, per spiegare le nuove declinazioni del razzismo contemporaneo, figlio di quello passato, ma con caratteristiche inedite e sfuggenti, adattate ai tempi attuali, quando le costruzioni identitarie, basate su un principio di autoctonia, vengono sempre piú strumentalizzate e tradotte in azioni xenofobe violente.
vai al catalogo


Martin Luther King l’eroe della libertà
Erica Bernini

Ledizioni, 2019

Eroe instancabile della resistenza non violenta, difensore tenace della libertà e dell’uguaglianza, avversario risoluto del pregiudizio razziale, Martin Luther King si è sempre esposto in prima linea predicando l’amore e la pace, sognando un mondo migliore. Un testo che ripercorre le esperienze di vita di questo straordinario uomo, che ha saputo affrontare e raccontare i lati oscuri del suo tempo guidato dalla fame di giustizia e dalla forza della verità.
vai al catalogo


Un calcio al razzismo. 20 lezioni contro l’odio
Massimiliano Castellani

Giuntina, 2019

C’è un filo che collega i maestri della Serie A epurati dal regime fascista in quanto ebrei agli ignobili attacchi contro campioni di oggi come Koulibaly e Lukaku. È quello che cerca di spiegare questo libro, in un percorso con diversi inediti. Fu un pallone che rotolava a ridare ad Alberto Mieli, sopravvissuto ad Auschwitz, la forza di restare in vita. Per salvare dal razzismo il gioco più bello del mondo occorre consapevolezza.
vai al catalogo


Lettera a un razzista del terzo millennio
Luigi Ciotti

Gruppo Babele, 2019

È dura e accorata questa lettera che don Luigi Ciotti scrive per un razzista del terzo millennio, affinché il rancore non prevalga, travolgendo tutti, e così inizia: «Ho deciso di scrivere. Proprio a te, coinvolto nella ubriacatura razzista che attraversa il Paese […] forse per convinzione o forse solo per l’influenza di […] troppi cattivi maestri e predicatori d’odio»

vai al catalogo


I discorsi dell’odio. Razzismo e retoriche xenofobe
sui social network

Caterina Ferrini
Carocci, 2019

In un momento di grande disorientamento politico e morale, sembra quasi che l’odio non abbia più anticorpi e freni sociali. Per opporsi a questo meccanismo, occorre uscire dalla narrazione emotiva della cronaca e, attraverso le discipline umanistiche, trovare delle chiavi di lettura in grado di restituire tutta la complessità del fenomeno, così da poterlo raccontare.
vai al catalogo


Breve storia del razzismo. Teorie e pratiche della discriminazione
razziale dal Medioevo a oggi

George M. Fredrickson
Donzelli, 2016

Con una rara miscela di capacità divulgativa, sintesi e intuito tagliente, il volume ripercorre la storia del razzismo in Occidente dalle sue origini nel tardo medioevo sino ai giorni nostri. Lo storico americano traccia per la prima volta negli studi sul fenomeno un confronto articolato tra il razzismo legato al colore della pelle dell’America del XIX secolo e il razzismo antisemita in Germania. Un’opera illuminante, che spicca non solo per l’originale paragone tra le due più significative forme del razzismo moderno – la supremazia bianca e l’antisemitismo – ma anche per la sua estrema leggibilità.
vai al catalogo


When the revolution comes. La cultura afroamericana
dalla tratta degli schiavi al Black lives matter

Giovanna Frisoli
Arcana, 2020

L’espressione musicale ha sempre accompagnato i movimenti, gli spostamenti, le peregrinazioni, a partire dalla tratta degli schiavi. Il “moto” forzato e doloroso dei popoli africani ha prodotto in ogni luogo e tempo scintille di resistenza, di alterità culturale e sociale. Dal banjo al bebop, per seguire poi con il free jazz e il blues, questo libro annoda i fili che legano la lotta per i diritti civili, alla profonda sottocultura nera, identitaria e non solamente difensiva.
vai al catalogo


Non sono razzista, ma. La xenofobia degli Italiani
e gli imprenditori politici della paura

Luigi Manconi
Feltrinelli, 2017

In questo libro si lancia un grido d’allarme: l’intolleranza etnica ha trovato spazio nel discorso pubblico e nella sfera politica: da figure pubbliche apertamente ostili agli stranieri, a casi paradossali di “razzismo democratico”, come i Centri di identificazione e di espulsione, incompatibili con diversi princìpi costituzionali (ma tollerati dalle istituzioni), e legittimando così parole e atti xenofobi.
vai al catalogo


Nanorazzismo. Il corpo notturno della democrazia
Joseph-Achille Mbembe

Laterza, 2019

Il nanorazzismo è il razzismo fatto cultura e respiro, che si esprime nei gesti in apparenza neutri di ogni giorno, nello spazio di un nulla, di una frase in apparenza inconsapevole, di una battuta, di un’allusione e, bisogna pur dirlo, di una cattiveria voluta, di un intento malevolo, di un’oscura voglia di stigmatizzare e soprattutto di fare violenza, ferire e umiliare, di infangare chi non si considera dei nostri.
vai al catalogo


L’origine degli altri
Toni Morrison

Frassinelli, 2019

Un testo che si impone come una vera e propria orazione civile, in cui Toni Morrison cerca con grande acume e profondità risposte per domande cruciali come cosa è la razza, e perché le diamo tanta importanza? Che cosa spinge gli esseri umani a costruire “un altro” da cui differenziarsi? Perché il colore della pelle ha avuto nella storia un peso così negativo? Perché la presenza dell’altro da noi ci fa così paura?
vai al catalogo


Cosa rispondere a un razzista
Storia. scienza, razza e realtà

Adam Rutherford
Bollati Boringhieri, 2020

Gli uomini non sono tutti uguali, questo è evidente, eppure tutti gli uomini sono parenti tra loro molto più di quanto si sospetti. Lo dice la genetica, con precisione matematica. l razzismo ha causato e ancora causa sofferenze immani, basandosi su affermazioni prive di fondamento, la cui insensatezza è l’oggetto di questo libro. Un saggio scientifico per non cadere in semplificazioni consolatorie.
vai al catalogo


La linea del colore. Il grand tour di Lafanu Brown
Igiaba Scego

Bompiani, 2020

Nella figura di Lafanu si uniscono le vite di due donne afrodiscendenti realmente esistite: la scultrice Edmonia Lewis e l’ostetrica e attivista Sarah Parker Remond, giunte in Italia dagli Stati Uniti dove fino alla guerra civile i neri non erano nemmeno considerati cittadini. Igiaba Scego racconta in queste pagine un romanzo di formazione dalle tonalità ottocentesche nel quale innesta vivide schegge del presente.
vai al catalogo


Da guardare

Il colore viola
regia di Steven Spielberg (1985)

Racconto epistolare imperniato sull’amore tra due sorelle di colore e sui loro differenti destini dal 1908 al 1937. Dalla brutale negritudine dell’adolescenza all’emancipazione dell’età adulta. Tratto dall’omonimo e pluripremiato romanzo (1981) di Alice Walker, premio Pulitzer 1983.
vai al catalogo


I am not your negro
regia di Raoul Beck (2016)

Esame accurato e radicale della questione razziale americana, grazie alle parole originali di James Baldwin e a materiale d’archivio, il film è un viaggio nella storia nera che mette in relazione il passato del movimento per i diritti civili e il presente.
vai al catalogo


Il diritto di opporsi
regia di Destin Daniel Cretton (2019)

Un giovane afroamericano laureato in legge ad Harvard sceglie di lavorare, in gran parte pro bono, per difendere i condannati a morte in Alabama, molti dei quali non hanno beneficiato di un regolare processo: e quasi tutti sono neri come lui. Basato sulla vera storia di una battaglia contro l’ingiustizia e il razzismo raccontata da Bryan Stevenson nel libro “Just Mercy”.
vai al catalogo

 

torna all'inizio del contenuto