Giornata mondiale contro l’omotransfobia

Il 17 maggio 1990 l’Organizzazione mondiale della sanità ha eliminato l’omosessualità dall’elenco dei disturbi mentali, definendola una variante naturale del comportamento umano. Ogni anno, in tutto il mondo, si celebra questa ricorrenza per promuovere l’eguaglianza delle persone LGBTI e contrastare il fenomeno dell’omofobia, della bifobia e della transfobia. Il Comune di Reggio Emilia in collaborazione con il Tavolo inter-istituzionale per il contrasto all’omotransnegatività e per l’inclusione delle persone LGBT promuove eventi di sensibilizzazione e prevenzione per contrastare l’omobitransfobia.

 

Da leggere

Quanta bellezza. Mamme e papà
di figlie lesbiche e figli gay si raccontano
Roberto Baiocco e Carlo Terriaca

McGrow-Hill Education, 2019

Che cosa vuol dire coming out? Come reagiscono i genitori al coming out? In che modo i genitori possono contribuire alla promozione del benessere della propria figlia o del proprio figlio? Sono alcune delle domande alle quali risponde questo libro attraverso le testimonianze di genitori di ragazze lesbiche e ragazzi gay. Poter condividere le proprie emozioni ed esperienze e il confronto con altri genitori in uno spazio di ascolto non giudicante permette non solo di superare le proprie paure e difficoltà ma soprattutto di rinascere come genitori.
► vai al catalogo


Visioni postcristiane. Dire Dio e la religione
nell’epoca del cambiamento
Paolo Cugini
EDB, 2019

Un punto di di osservarvazione sul futuro del cristianesimo a partire da considerazioni nate dall’attività pastorale nelle parrocchie, con i cristiani LGBT, con studenti provenienti da vari Paesi africani, con le comunità ecclesiali di base brasiliane.
► vai al catalogo


Le differenze di sesso, genere e orientamento.
Buone pratiche per l’inclusione

Margherita Graglia

Carocci Faber, 2019

Quali sono le identità sessuali contemporanee? In che cosa consiste l’inclusione? Quali sono le azioni più efficaci per promuoverla? Nel rispondere a queste e altre domande, il libro esplora le dimensioni identitarie e le varianti che possono assumere: intersessualità, transessualità, crossdressing e omo/bi/asessualità. Sulla scena sociale si affacciano, infatti, identità inedite che sfidano le conoscenze comuni e che interrogano le pratiche sociali e istituzionali.
► vai al catalogo


Gli uomini con il triangolo rosa
Heinz Heger

Sonda, 2019

È il 1939 quando Heinz Heger viene arrestato a Vienna: ha inizio la sua discesa agli inferi, con la deportazione nei campi di concentramento di Sachsenhausen e di Flossenbürg e l’infamia di dover indossare il triangolo rosa, il pezzo di stoffa che identificava le persone omosessuali. Questa è la testimonianza di come è riuscito a sopravvivere, tra lavori forzati, torture, stratagemmi e alleanze col nemico.
► vai al catalogo


Le regole non valgono
Ariel Levy

Bompiani overlook, 2018

«Negli ultimi mesi ho perso mio figlio, mia moglie, e la mia casa». Il memoir di Ariel Levy comincia così, con la normalità che deflagra, e poi si sgretola. Il punto di collasso è la perdita di un bambino, avvenuta alla diciannovesima settimana di gravidanza nella stanza di un albergo di Ulaanbaatar, in Mongolia. Quando Ariel Levy torna a casa, la vita di prima non esiste più.
► vai al catalogo


Genere e inclusione tra teoria e pratiche.
Star bene insieme a scuola

a cura di Elvira Lozupone
Anicia, 2019

Questi i focus principali del libro: chiarire alcuni concetti psicologici fondamentali che ruotano intorno al tema dell’identità e dell’orientamento sessuale; le questioni etiche sottese alla questione fra genitorialità/filiazione biologica e sociale; il tema del lecito pedagogico posto dall’attuazione di alcune pratiche didattiche nella scuola dell’infanzia e primaria.
► vai al catalogo


Sodoma
Frédéric Martel

Feltrinelli, 2019

La misoginia del clero, la fine delle vocazioni sacerdotali, la cultura del silenzio in caso di abuso sessuale, il Vaticano che ospita una delle più grandi comunità omosessuali al mondo, le dimissioni di papa Benedetto XVI, la guerra contro papa Francesco. Per quattro anni l’autore ha vissuto immerso nelle stanze vaticane e ha condotto indagini sul campo in circa trenta Paesi. “Dietro la rigidità c’è sempre qualcosa di nascosto, in tanti casi una doppia vita.” Nel pronunciare queste parole, papa Francesco ci ha consegnato un segreto che questa inchiesta sconcertante rivela.
vai al catalogo


La gaia critica
Mario Mieli
Marsilio, 2019

Capace di anticipare molti temi dell’attuale dibattito, fino a includere preoccupazioni e convinzioni ecologiste e antimilitariste, osservazioni etnografiche della scena gay urbana, l’attivista intellettuale e saggista Mieli individua come punto da cui ripartire l’oppressione della femminilità di ogni essere umano: solo nella sua liberazione è possibile infrangere il predominio fallico e mettersi al lavoro per costituire una nuova comunità.
vai al catalogo


Ragazzi che amano ragazzi
Piergiorgio Paterlini

Feltrinelli, 2019

Ormai quasi trent’anni fa questo libro raccontava per la prima volta le storie normali di adolescenti gay normali. A casa, a scuola, al bar, in parrocchia, in vacanza. Tirandoli fuori da un fasullo, grottesco, irreale “torbido mondo degli omosessuali”. Ma sottraendoli anche al più terribile dei coni d’ombra: quello dell’invisibilità, della cancellazione di ogni identità (agli altri, ma anche a se stessi) e dunque dell’impossibilità di vivere, niente di meno.
vai al catalogo


L’omosessualità nella Bibbia e nell’antico Vicino Oriente
Thomas Romer e Loyse Bonjour
Claudiana, 2019

Tra i cristiani, l’argomentazione biblica sul tema dell’omosessualità gioca un ruolo decisivo ma pericoloso: il ricorso alla Bibbia rischia infatti di legittimare, in maniera astorica, posizioni antitetiche di condanna o giustificazione. Gli oltre duemila anni che ci separano dalla Bibbia ebraica richiedono invece un’attenta lettura contestuale dei testi biblici e di quelli delle antiche civiltà che li hanno influenzati. Qui il racconto di un percorso storico e informativo nel mondo del Vicino Oriente antico e della Bibbia per identificare concezioni e statuto delle relazioni amorose omosessuali, in particolare tra uomini, in quelle società.
vai al catalogo


una bibliografia per approfondire

Da guardare

I segreti di Brokeback Mountain
regia di Ang Lee (2005)

Storia di un amore che comincia nel 1963 sui monti del Wyoming e dura vent’anni tra due giovani cowboy, anzi sheepboy perché fanno i guardiani di pecore, e persiste anche quando entrambi si sposano e mettono al mondo l’uno due figlie e l’altro un maschietto.
Dall’omonimo racconto (1998) di Annie Proulx, premio Pulitzer.
vai al catalogo


Carol
regia di Todd Haynes (2015)

New York 1952, durante il maccartismo. Carol, bella, ricca, raffinata e affascinante signora di mezza età, vuole divorziare dal marito che si oppone e la ricatta sull’affidamento della figlia. In un grande magazzino incontra la giovane e graziosa Therese, commessa per necessità e aspirante fotografa. S’innamorano, fuggono in auto verso il West, ma vengono rintracciate.
Trasposizione cinematografica del romanzo di Patricia Highsmith.
vai al catalogo


Milk
regia di Gus Van Sant (2008)

La vera storia di Harvey Milk, primo gay dichiarato ad aver raggiunto una carica pubblica negli Stati Uniti. Nel ’73 a San Francisco apre con il compagno Scott Smith il Castro Camera, negozio di fotografia nel quartiere popolare Castro che diventa un punto di riferimento per i gay USA. Dopo due sconfitte elettorali, nel ’74 è eletto supervisor del Consiglio Comunale di San Francisco, primo gay dichiarato che occupa una carica pubblica in USA. Il 27 novembre ’78 viene ucciso con cinque proiettili.
vai al catalogo

Moonlight
regia di Barry Jenkins (2016)

L’infanzia difficile, i travagli dell’adolescenza, la complessità dell’età adulta: narrazione in tre atti del percorso esistenziale di Chiron, ragazzo nero cresciuto a Miami, e della sua convivenza con una omosessualità problematica, soprattutto nei confronti del coetaneo Kevin, in contrasto sia con sé stesso sia con il mondo che lo circonda.
vai al catalogo

La vita di Adele
regia di Abdellatif Kechiche (2013)

Adele sta per finire la scuola, diventerà maestra d’asilo. Incontra Emma, ragazza dai capelli blu, e ne rimane folgorata. La cerca, la trova, si innamora. Vanno a vivere insieme, ma Adele rimane insicura, compie degli errori per gelosia e il rapporto si incrina. Intensa storia d’amore con le contraddizioni e i problemi di qualsiasi rapporto sentimentale costretto a confrontarsi con culture e mondi diversi che entrano in contatto, facendo scoccare scintille di passione ma anche frizioni discutibili.
Liberamente ispirato alla graphic novel Il blu è un colore caldo di Julie Maroh.
vai al catalogo

Chiamami col tuo nome
regia di Luca Guadagnino (2017)

Un racconto sensuale e trascendente sul primo amore. Estate 1983, tra le province di Brescia e Bergamo, Elio Perlman, un diciassettene italoamericano di origine ebraica, vive con i genitori nella loro villa del XVII secolo. Un giorno li raggiunge Oliver, uno studente ventiquattrenne che sta lavorando al dottorato con il padre di Elio, docente universitario. Elio viene immediatamente attratto da questa presenza e il loro rapporto cambierà profondamente la vita del ragazzo. Tratto dal romanzo di André Aciman.
vai al catalogo

I ragazzi stanno bene
regia di Lisa Cholodenko (2010)

Si brinda a una famiglia non convenzionale: due mamme, insieme da 20 anni, la bionda Nic, medico, e la rossa, lentigginosa Jules. Hanno partorito due figli, la diciottenne Joni (in onore di Joni Mitchell) e il quindicenne Laser. È una famiglia qualsiasi born in USA: genitori severi rompiscatole, figli annoiati ma obbedienti. I guai cominciano quando i figli vogliono conoscere il padre biologico: il cinquantenne Paul, che gestisce un ristorante biologico, single e dongiovanni.
vai al catalogo

Girl
regia di Lukas Dhont (2018)

Lara ha quindici anni e un sogno, diventare una ballerina professionista. Ci prova ogni giorno Lara, alla sbarra, in sala, davanti allo specchio, nascondendo al mondo il suo segreto. Lara vuole danzare come una ragazza ma è nata ragazzo e deve fare i conti con un corpo che non ama, trasfigurandolo attraverso la danza e trasformandolo con gli ormoni. Seguita da un padre amorevole e da un’équipe di medici che l’accompagnano psicologicamente nel passaggio di genere, insegue sulle punte il giorno dell’emancipazione da un corpo che odia fino a spezzarlo.
vai al catalogo

Tutto su mia madre
regia di Pedro Almodovar (1999)

Madrid: Manuela ha un figlio di diciassette anni che muore travolto dalla macchina su cui viaggia una famosa attrice impegnata nella pièce Un tram che si chiama desiderio. Manuela decide di trovare il padre del ragazzo che vive a Barcellona ed è diventato Lola. La donna incontra Agrado, amica transex, che conosce l’attrice indiretta responsabile della morte del figlio. Alla fine Manuela, che aveva esperienza di palcoscenico, reciterà nel Tram. Nel frattempo ecco una suora incinta (anche lei di Lola), e un paio di uomini assolutamente idioti e sessualmente confusi: il mondo straordinario di Almodovar.
vai al catalogo

Laurence Anyways
regia di Xavier Dolan (2012)

Montréal, Canada, 1989. Laurence è uno stimato professore di letteratura e un apprezzato romanziere esordiente. Nel giorno del suo trentacinquesimo compleanno, confessa alla propria fidanzata che la sua vita è una totale menzogna. Laurence ha sempre sentito di essere nato nel corpo sbagliato. Donna costretta in abiti e attributi maschili, Laurence ha finalmente preso consapevolezza del bisogno di non mentire più, agli altri e soprattutto a se stesso. Dopo un iniziale allontanamento, la coppia si ricompone: Laurence ama Fred comunque, a prescindere dal suo desiderio di diventare donna; Fred non può fare a meno di lui e desidera sostenerlo nel difficile percorso di transizione. Inizia, così, una nuova vita. Ma le ostilità e i pregiudizi che i due dovranno affrontare, nei dieci anni seguenti, metteranno più volte in discussione il loro rapporto straordinario.
vai al catalogo

torna all'inizio del contenuto