viaggio in europa_Germania

Si riaprono i confini d’Europa! Dopo un anno di stop dalle vacanze all’estero torna la voglia di viaggiare e scoprire posti e culture nuove. Suggerimenti di viaggio tra storia, cinema, letteratura, ambiente, culinaria e tanto altro.

Germania

Germania

In questa guida: i siti da non perdere, il Muro di Berlino, attività all’aperto, a tavola con i tedeschi. Il nostro compito è far sì che ogni esperienza di viaggio sia indimenticabile. Visitiamo i luoghi di cui scriviamo, tutti e per tutte le edizioni. Non accettiamo omaggi in cambio di recensioni positive, quindi potete fidarvi di noi: diciamo solo le cose come stanno.

EDT, 2019

consulta il catalogo


Germania. Con mappa

Germania

Gli esperti di National Geographic viaggiano in ogni angolo del mondo per cogliere tutti gli aspetti della cultura, della storia e delle tradizioni dei vari luoghi. Questo bagaglio di esperienze si ritrova in ogni guida. Programmare il viaggio: una panoramica generale sulle principali attrazioni del Paese che aiuta a organizzare la visita in base al tempo a disposizione e agli interessi specifici.

National Geographic, 2019

consulta il catalogo


Viaggio nell’altra Germania

Tilde Giani Gallino

Esiste un'”altra Germania” lontana dalla nazione di ferro capace di risorgere dopo la Seconda guerra mondiale e diventare la potenza egemone in Europa. Comprende le cinque province della ex DDR e si estende dalla Pomerania-Meclemburgo, sul Mar Baltico, fino alla Sassonia sita nella parte più a sud. Dopo la caduta del regime comunista “nessuno aveva chiesto alle popolazioni che abitano nella parte geograficamente più ad Est, se volevano appartenere a una qualche specifica nazione, o se preferivano costituirsi in stato autonomo”, e cosi la “Germania numero due” venne integrata a quella ufficiale.

Einaudi, 2007

consulta il catalogo


Germania, un viaggio

Wolfgang Buscher

Dopo l’epica marcia da Berlino a Mosca, Wolfgang Büscher torna nuovamente sulla strada calcando in senso antiorario i contorni geografici della Germania, per un totale di 3.500 chilometri. Il viaggio di Büscher è una fuga dai “luoghi comuni”, alla ricerca di quelle realtà liminali che, proprio grazie al loro assoluto decentramento, finiscono per riflettere l’inconscio rimosso di una nazione. Ma a rendere unico questo libro è la capacità del suo autore di attirare a sé – come una calamità – personaggi curiosi e stravaganti.

Voland, 2009

consulta il catalogo


Germania, questa sconosciuta

Romano Beda

Questo saggio sotto forma di lungo racconto affronta la realtà complessa e variegata di una Germania tagliata in due da un punto di vista economico. Straordinariamente moderno, il Paese soffre infatti dei molti retaggi del passato. I tedeschi vivono le contraddizioni di un’unificazione desiderata, ma non ancora del tutto compiuta. E avvertono la complessità del sentirsi cittadini europei nel ritrovarsi dai primi agli ultimi posti in settori determinanti come la ricerca e l’università.

Longanesi, 2006

consulta il catalogo


La bici sopra Berlino

Max Mauro

La capitale della Germania attraversata in bicicletta, invitando un angelo a farci compagnia. Un libro che invoglia a pedalare per le sue strade, ricche di contraddizioni, di suoni dolci da orchestra da camera e ossessivi da tecnomusic, di riflessi romantici in riva alla Sprea e di monumenti al comunismo, di parchi eleganti e austeri e di aree verdi dove si può giocare a calcio e cucinare la griglia. Mille luoghi dove perdersi, con curiosità e leggerezza. Seguendo il fantasma del Muro e inseguendo i fermenti creativi di una metropoli viva, il libro restituisce l’immagine di una città bambina che ogni giorno si inventa una nuova identità per stupire il viaggiatore.

Ediciclo, 2009


consulta il catalogo


Tutti pazzi per Berlino

Piero Badaloni

Nel 2006 oltre sei milioni di persone hanno visitato Berlino, il 20% in più rispetto al 2000. Perché tanto interesse per la capitale tedesca? Sarà per i grandi spazi liberi e il verde a portata di mano; per gli affitti bassi e la vivace vita notturna; per la presenza di artisti, scrittori e designer di tutto il mondo e la straordinaria offerta culturale; sarà perché è tutta nuova. Per cercare di spiegare il successo della nuova capitale tedesca l’autore traccia un percorso attraverso i vari quartieri della città divisa dal muro fino al 1989, cercando di coglierne le tante anime, i segni della sua capacità di proiettarsi nel futuro, le tracce del suo ingombrante passato, le tante novità e stranezze che vi si incontrano, dal ristorante per chi digiuna all’agenzia che raccoglie le proteste dei cittadini.

Sperling & Kupfer, 2007


consulta il catalogo


Il muro di Berlino. 13 agosto 1961 – 9 novembre 1989

Frederick Taylor

Nella notte tra il 12 e il 13 agosto 1961, nell’inquietante scenario di un mondo sull’orlo della distruzione atomica, Berlino venne tagliata in due da un reticolo di filo spinato che separò, talvolta per sempre, genitori e figli, fratelli, amici e amanti. L’operazione, tanto inattesa quanto fulminea, riuscì grazie alla perfetta efficienza con cui fu compiuta. Lo scopo dichiarato di Walter Ulbricht, il leader tedesco orientale che l’aveva ordinata, era porre fine al continuo esodo di popolazione verso la parte occidentale della città (ancora controllata dalle forze armate di Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia), unico ponte per raggiungere la ricca Germania Ovest. La mossa si rivelò vincente: nonostante l’angosciato sgomento di 4 milioni di berlinesi e lo sdegno dell’opinione pubblica mondiale, divenne subito chiaro che ogni reazione era di fatto impossibile, e comunque troppo rischiosa.

Mondadori, 2009

consulta il catalogo


La notte in cui cadde il muro

Racconti sulla notte del 9 novembre 1989

9 novembre 1989: è pomeriggio inoltrato quando una conferenza stampa annuncia che si potrà attraversare liberamente il confine che divide Berlino in due. Le notizie sono ancora frammentate e confuse, ma la gente si è già riversata nelle strade e preme sui checkpoint, costringendo le guardie ad aprirli. La notte del 9 novembre 1989 diventa così una data che ha profondamente segnato la storia, e non solo, del ventesimo secolo: cade il muro che, per ben ventotto anni, ha diviso Berlino e, con essa, il mondo intero.
Scritturapura, 2009


consulta il catalogo


Tedesco

Frasario – dizionario

I nuovi frasari-dizionari sono ancora più focalizzati sulle esigenze di chi viaggia. La nuova struttura permette un accesso più rapido alle informazioni, l’uso del colore e delle icone rende più veloce la consultazione, con frasi chiave in evidenza per una conversazione più rapida. Trovate le frasi giuste per ogni occasione Ordinate con facilità con il capitolo “Leggere il menu” Non restate mai senza parole con il Dizionario bilingue Parlate la lingua del posto in modo disinvolto con le Domande e Risposte più comuni Sentitevi a vostro agio grazie ai consigli sulle abitudini del luogo

EDT, 2013

consulta il catalogo


Pausa caffè con gatti

Charlie Jonas

Si aggirano furtivi tra i tavolini, dormono sugli scaffali, usurpano le sedie più comode. Sono loro i veri padroni della caffetteria più famosa della città: i gatti, come la dolce e bianca Mimi. Sarà forse per questo che lì succedono cose straordinarie. Al suono delle fusa tutto sembra più semplice, ogni scelta meno ardua, ogni errore meno irrimediabile. Perché tutti hanno ostacoli da superare e scuse da fare, ma i gatti ci aiutano a trovare il coraggio di cambiare. Basta poco perché tutto accada: si sceglie il tavolo preferito, si ordina un caffè e una fetta di dolce, si prende un libro dagli scaffali. Ma soprattutto si segue una regola: aspettare.

consulta il catalogo


Una vita da ricostruire

Brigitte Riebe

Berlino, maggio 1945: è l’ora zero. Il vecchio mondo è finito. La città è ridotta a un cumulo di macerie, così come le anime dei suoi abitanti. La villa dei Thalheim, agiata famiglia di commercianti, è stata requisita e il loro negozio di abiti è stato bombardato. Le donne di casa, rimaste sole dopo che gli uomini sono scomparsi in guerra, devono ricominciare tutto da capo. Le tre sorelle Rike, Silvie e Florentine, trascinate dalla determinazione della maggiore, imprenditrice nata, decidono di provare a realizzare un sogno: riaprire l’attività di famiglia, riportare colore nella tetra Berlino del dopoguerra con tessuti sofisticati e abiti alla moda, riuscire a far sì che le berlinesi tornino a sentirsi donne.

consulta il catalogo


Le compagne di scuola

Dora Heldt

Quando riceve l’invito per la festa a sorpresa per il compleanno di Doris, una compagna di scuola che non vede da anni, Anke rimane profondamente stupita. A quasi cinquant’anni, ha perso da tempo i contatti con le vecchie amiche e vive una vita solitaria. Anche Katja riceve lo stesso invito: cinquantenne, ex famosa presentatrice televisiva, è molto diversa da Anke, si mantiene sempre in forma e ha un fidanzato molto più giovane di lei. Doris invece è madre di due figli grandi, allo specchio si vede irrimediabilmente grassa e brutta e il rapporto non più vivace con il marito Torsten la deprime. Per tirarle su il morale, lui ha pensato di organizzare una festa a sorpresa per il suo cinquantesimo compleanno. Ma Doris non ha nessuna intenzione di festeggiare: ignara dei piani del marito, decide di organizzare una “fuga”, invitando Anke e Katja, le sue migliori amiche dei tempi della scuola, a trascorrere un weekend sul Mar Baltico. Incerte sul da farsi, Anke e Katja alla fine accettano. Convinceranno poi Doris a partecipare alla festa a sorpresa?

consulta il catalogo


FILM

Vincitori e vinti

regia Stanley Kramer  (2004)

Dan Haywood, un anziano giudice americano, viene invitato a presiedere una corte penale militare in un processo intentato contro 4 giudici tedeschi, accusati di aver commesso crimini contro l’umanità durante il Terzo Reich; essi affrontano il processo ognuno a suo modo: chi non tradisce il suo antico ideale, chi invece, come Ernst Janning, si trincera dietro un assoluto silenzio, rifiutando così ogni difesa.

consulta il catalogo


FILM

Il miracolo di Berna 

regia Sonke Wortmann (2005)

Vista dagli occhi di Matthias, un bambino che incontra il suo idolo, il calciatore della nazionale tedesca Helmut Rahn, si ripercorre la vittoria della Germania ovest ai mondiali del 1954 contro l’Ungheria nella finale disputata a Berna il 4 luglio 1954. Matthias, figlio di un reduce, ex prigioniero di guerra, vive una realtà familiare e sociale difficile nella Germania della ricostruzione. Il rapporto con il padre, che dopo 12 anni di prigionia fatica a riadattarsi alla vita civile, è improntato ad un rigore che egli fatica sempre di più a sopportare, fino al punto di tentare di scappare di casa, trovando l’unica gioia nella passione per il calcio, cimentandosi in partitelle quotidiane con gli amici. L’inizio dei campionati mondiali coincide con la ripresa del rapporto col genitore ed i due, il giorno della finale, partono alla volta di Berna per seguire l’incontro ma, a causa di un guasto alla macchina, ritardano l’arrivo e Matthias riesce ad entrare nello stadio solo a pochi minuti dalla fine della partita ma in tempo per vedere il gol della vittoria, segnato dal suo idolo che incontrerà in treno durante il viaggio di ritorno.

consulta il catalogo

torna all'inizio del contenuto