Campania

 

Dalla serie “Viaggio in Italia” una selezione di suggerimenti tra guide, arte, storia, cucina, società, alcini titoli di narrativa e due film ambientati in questa Regione!


Campania: tesori universali affacciati sul golfo, profumi mediterranei sulla sagoma del vulcano
Touring club italiano

Qui, dove il mare luccica, e tira forte il vento. Eventi da non perdere e consigli giusti per godere della generosa offerta gastronomica campana.
Touring, 2015

 


Napoli e costiera amalfitana

La guida include tutte le zone del centro di Napoli: Toledo e Castel Nuovo, Spaccanapoli, Decunano maggiore, Capodimonte e i Vergini, Vomero, Castel dell’Ovo e Chiaia. La seconda parte è dedicata invece alla costiera amalfitana, Ischia e Capri.
Mondadori, 2019


La cucina napoletana
Luciano Pignataro

Come non esisterebbe la lingua italiana senza la Toscana, così non ci sarebbe la cucina italiana senza Napoli: pizza, pasta, caffè, mozzarella, limoncello sono solo alcuni dei simboli di una cucina eterna e radicata nelle abitudini della gente.
Hoepli, 2016


Pompei e la Campania antica
Jean Noel Robert

La Campania è stata un tempo felice dimora degli dèi e delle muse, un luogo poi abbandonato dal favore divino. Una terra di cultura e multietnica, alle origini stesse della civiltà romana. A Pompei, dove il tempo si è fermato. Il viaggiatore crede di capire nella sua interezza la vita degli antichi. Si tratta di illusioni o verità?
Leg, 2016​

 


I tre giorni di Pompei
Alberto Angela

Il 24 ottobre del 79 d.c. (24 agosto secondo altre fonti storiche) si compie la più grande tragedia dell’antichità. Ercolano e Pompei, due delle più belle e ricche cittadine dell’Impero romano, vengono sommerse da lava, lapilli, cenere, pomice e fanghi compatti sprigionati dal vicino Vesuvio, vulcano solo apparentemente sopito. Oltre duemila persone in meno di venti ore muoiono ustionati e soffocati. Ritrovati intatti ma contorti dal dolore.
Rizzoli – Rai Eri, 2014  

lo trovi in emilib ►

 


Campania insolita e segreta
Maria Franchini

Una lastra marmorea che trasuda due volte l’anno, un’eccezionale escursione subacquea fra mosaici e i resti di un’antica città romana, uno spettacolare anfiteatro popolato da spettatori di pietra, tradizioni pagane mai scomparse, il più grande censiere del mondo, una sublime biblioteca nascosta in un monastero.
Guide artistiche, 2018

 


Il monolite: storie di camorra di un giudice antimafia 
Paolo Itri

Paolo Itri porta alla luce con sensibilità e passione, oltre che una punta di ironia, i drammi e le speranze tradite di una terra devastata dalla camorra, in cui la macchina della giustizia arranca, appesantita da contraddizioni e ipocrisie, ma anche, tavolta, da incomprensibili inneficienze e veleni interni.
Piemme,2019

lo trovi in emilib ►

 


La pelle di Napoli: voci di una città senza tempo
Pietro Treccagnoli

Napoli, nonostante la sfacciata fama, si nasconde. Sempre lazzara e aristocratica, comunque più nobile che misera, mostra le ferite e le bellezze come un doppio emblema, ma si tiene stretta la natura più intima. Per scoprirla bisogna sollevare il velo degli stereotipi e usare lo strumento, migliore per conoscerla: i piedi. Camminare.
Cairo, 2016

 


Ischia: viaggia con i consigli di chi ci vive
Stefanie Sonnentag

Questa è Ischia: spiagge, boschi, borghi di pescatori e di montagna. Da vedere: Ischia, Casamicciola Terme, Lacco Ameno, Forio, Serrana Fontana e Barano d’Ischia. Itinerari e esperienze di viaggio per vivere una destinazione a 360° con l’aiuto della dettagliata cartografia allegata.
EDT, 2017​

 


Cilento: le spiagge, il parco e Paestum

Touring club italiano

Un piccolo mondo di mare, ulivi, spiagge e rocce calcaree.
Montagne selvagge che scendono fino alla costa. Siti archeologici patrimonio dell’umanità, tra i quali Paestum al primo posto. Il romantico colto del Duomo di Salerno e il barocco sontuoso della Certosa di Padula. E prodotti della terra che rendono dolce la vacanza.
Touring, 2019

 

• Con un pizzico di letteratura e cinema

 


L’oro di Napoli
Giuseppe Marotta

Un giocatore di carte incallito che avendo perso tutto è costretto dalla moglie a giocare solo con il figlio del portinaio. La fenomenologia del “pernacchio”. Una zona temporaneamente autonoma in cui impazza la maschera Totò, che infatti ha interpretato il capolavoro di Marotta.
lo trovi in emilib ►

 


Così parlò Bellavista: Napoli, amore e libertà 
Luciano De Crescenzo

Secondo don Gennaro Bellavista, professore partenopeo purosangue, troppo sono le banalità che si dicono e si scrivono su Napoli e suoi abitanti, sul suo mare e sul suo Vesuvio col pennacchio. La vita a Napoli e ben altra cosa. E’ un’arte sottile.

lo trovi in emilib ►

 


Nero napoletano: viaggio tra i misteri e le leggende di Napoli
Marcello D’Orta

A modo suo, Napoli è una pagina di letteratura dickensiana, dove la maschera di Pulcinella va a braccetto con la figura dello schiattamuorto. Dalla leggenda della sirena Partenope al miracolo del sangue di San Gennaro, dal munaciello allo iettatore, dalle case infestate da fantasmi.


Il giorno prima della felicità
Erri De Luca

Lo smilzo cresce attraverso i racconti di don Gaetano, cresce nella memoria di una Napoli offesa dalla guerra e dell’occupazione che si ribella con una straordinaria capacità di riscatto.
lo trovi in emilib ►

 


La vita bugiarda degli adulti
Elena Ferrante

Due anni prima di andarsene di casa mio padre disse a mia madre che ero molto brutta.
La ricerca di un nuovo volto, dopo quello felice dell’infanzia, oscilla tra due Napoli consanguinee che però si temono e si detestano…

lo trovi in emilib ►

 


FILM
Viaggio in Italia
Roberto Rossellini (1954)

Un omaggio alla splendida città partenopea (da poco uscita dalla brutalità della seconda guerra mondiale), che dà modo di esplorare le sue bellezze come il Museo nazionale, la sibilla Cumana, il cimitero delle Fontanelle, Capri la solfatara di Pozzuoli ed il famoso Hotel Excelsior di Napoli. Il tutto attraverso glio occhi di una coppia inglese di sposi in crisi che ritroverà forse la serenità.


FILM
Benvenuti al sud
regia: Luca Miniero (2010)

Ad un impiegato postale lombardo viene imposto un trasferimento in Campania, in un piccolo paese del Cilento e per uno come lui, pieno di preconcetti sul Sud Italia, la prospettiva di vivere almeno due anni in quei luoghi rappresenta un incubo, cui si prepara con un nuovo guardaroba di vestiti leggeri e giubotto antiproiettile…

 

 

 

torna all'inizio del contenuto